martedì 23 maggio 2017

L'aspetto fisico

Glauco Silvestri
A volte mi chiedo addirittura se l'aspetto fisico non stia alla base della maggior parte delle amicizie femminili: c'è la bella ragazza che ne frequenta una meno bella per rafforzare il suo ego, oppure c'è la ragazza attraente che (avendo imparato la lezione) si cerca amiche attraenti per non avere a che fare con l'inconsulta gelosia di un'altra. Dopotutto, è più facile gestire le proprie insicurezze. Quelle degli altri sono difficili da individuare, impossibili da domare e perciò altamente pericolose.




Scopri i miei ebook cliccando QUI



lunedì 22 maggio 2017

Ricchi premi e cotillons…? No, #sconti ed #ebook #gratis

Glauco Silvestri
Di recente ho sistemato un po' la mia libreria.

Probabilmente lo avrete già notato - per lo meno se mi seguite con costanza - perché ho aggiunto ben 13 pubblicazioni su carta nate direttamente dagli omonimi ebook già esistenti sul mercato. Ciò mi ha spinto a dare un'occhiata anche ai prezzi, e visto che di recente Amazon ha offerto la possibilità di inserire valori direttamente in euro piuttosto che in dollaroni americani, ho pensato di sistemare anche questa cosa così da evitare, in futuro, la consultazione del cambio euro-dollaro. E' una cosa che viene comoda soprattutto a me che devo gestire un parco-libri già grandino, e che ho sempre meno tempo libero da dedicare a questo genere di burocrazia.

In pratica: I prezzi degli ebook sono leggermente cambiati (n.d.r. Gli ebook più corti sono calati di prezzo, quelli medi sono leggermente aumentati, quelli lunghi sono rimasti uguali... Sempre e comunque senza mai andare sopra ai 3,5 euro), e si sono aggiunti dei titoli stampati su carta. 

E cosa succede quando i prezzi dei miei ebook vengono ritoccati? C'è un bel periodo di sconti, offerte, e promozioni gratuite.

Così anche in questo caso mi sono adoperato in questa direzione. Gli sconti toccheranno tutte le mie pubblicazioni elettroniche, non quelle cartacee (n.d.r. Rimane valida la possibilità di avere l'ebook a prezzo scontato se si acquista il libro stampato). 
Il periodo in cui appariranno copre un lasso temporale che va dal 23 Maggio 2017 al 19 Giugno 2017.
La maggior parte delle promozioni sarà raccolta alla fine di maggio, mentre alcune, per motivi arcani su cui non ho voluto investigare, Amazon le ha volute diluire a cavallo della metà di giugno.

Segnatevi queste date, se avete intenzione di leggere un mio ebook, perché sarà una buona occasione per spendere qualche cent in meno, o addirittura per avere quell'ebook senza dover tirare fuori la carta di credito.

Buona Lettura!

Scopri i miei ebook cliccando QUI





sabato 20 maggio 2017

Angeli e Demoni - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Prosegue la mia carrellata cinematografica dedicata a Dan Brown. Ok. Io non sono mai stato un grande appassionato di questo autore, ma i film mi sono capitati per le mani, e di conseguenza non possono esimermi dal recensirli, visti i miei 'scopi originari' che ha dato vita a questa serie interminabile di recensioni.

Parliamo di Angeli e Demoni. Film ambientato nella nostra Roma.

Il mondo è in lutto per la scomparsa del Santo Padre. Il mondo non sa nulla del furto di un campione di antimateria in seguito ad un esperimento al CERN di Ginevra. Mentre la Città del Vaticano si appresta ad eleggere una nuova guida spirituale una oscura minaccia grava su tutti quanti: gli Illuminati sono tornati, e pretendono vendetta nei confronti della Chiesa, per tutto ciò che hanno dovuto subire nei secoli a causa dell'oscurantismo religioso. E la minaccia è terribile, visto che si vuole fare dell'antimateria una bomba con cui far scomparire l'intera Città del Vaticano in una esplosione senza eguali. Ma prima devono essere eliminati, con un rituale ben preciso, i quattro pretendenti al papato. E visto che le Guardie Svizzere non sanno che fare, che la polizia annaspa, allora il collegio cardinalizio assolda Robert Langdon per dipanare la minaccia e salvare il mondo cristiano senza che - ovviamente - nessuno se ne accorga.

L'immagine che si fa del nostro paese, delle nostre istituzioni, è sempre rasente alla macchietta napoletana delle commedie anni sessanta. Gli americani proprio non ce la fanno proprio a vedere l'Italia per ciò che è. E idem per la Chiesa, che è dipinta come una istituzione medievale dove la calma e la fede prevalgono su tutto, e dove ci si arrende al proprio destino con stoico amore per Dio e la cristianità tutta. Per di più questa pellicola è una banale caccia al tesoro, che, diciamocelo, potrebbe essere interessante se non fosse esagerata, surreale, al cardiopalma, in pratica sullo stile di 24. Se poi si pensa a come va a finire, all'inutile complicazione delle macchinazioni del camerlengo... va be'. 
L'interpretazione di Favino è buonina, mentre Hanks continuo a vederlo fuori posto nei panni di Langdon. 

Il film comunque non è da buttare via. La regia e la fotografia è ottima. Con un bel secchio di pop-corn e il cervello spento si riesce a guardare.


Scopri i miei ebook cliccando QUI



venerdì 19 maggio 2017

La Forza delle Immagini - #Mostra #Fotografia

Glauco Silvestri

Era parecchio che volevo visitare il MAST (n.d.r. Acronimo di Manifattura di Arti, Scienze, e Tecnologia). Si trova non lontano da casa mia e, come avviene spesso in questi casi, visto che è comodo, si rimanda sempre per dare la precedenza ad altre cose più lontane e 'scomode'.

A ogni modo questo weekend sono riuscito a ritagliare un pomeriggio per andare a visitare questa 'manifattura' sorta dalle ceneri di un ex stabilimento industriale. Il motore di questa visita è stata una mostra fotografica dedicata al mondo industriale. E' un genere di fotografia affascinante, la fotografia industriale, perché se da un lato è interconnessa alle attività umane, da altri punti di vista ci mostra il mondo in cui viviamo attraverso immagini che non sono consuete alla maggioranza di noi. Ovvio che, lavorando in un ambito industriale, per quanto non metallurgico, ho ritrovato nelle immagini esposte una parte del mio mondo, ma la collezione completa è comunque una sorta di illuminazione complessiva del rapporto che esiste tra il lavoro, l'uomo, l'ambiente, e la natura in generale.

Il percorso offerto dal MAST è garantito da un centinaio di immagini. Gli autori sono tutti nomi importanti, non starò ad elencarli perché mi pare una perdita di tempo, visto che il messaggio dell'esposizione dovrebbe essere un altro, ovvero portare alla consapevolezza di ciò che siamo in grado di fare, delle conseguenze di ciò che facciamo, e di come potremmo/dovremmo muoverci per un futuro più radioso.

Ed è percorrendo le gallerie del MAST che si possono studiare i volti degli operai al lavoro, che siano camionisti, saldatori, sarte, infermiere o semplici facchini. Si possono studiare le architetture complesse dei macchinari. Si possono studiare i laboratori scientifici, gli uffici che tanto non si discostano da quelli in cui lavoro io, e i laboratori dove si fanno test sulle componenti elettroniche. Si possono anche ammirare paesaggi industriali complessi, ma pure osservare le conseguenze di una esplosione nucleare, o ancora, immagini sconvolgenti delle discariche a cielo aperto del Bangladesh, o di siti industriali obsoleti ormai lasciati al loro destino.

Fotografie d'impatto, potenti, affascinanti, e inquietanti.
Immagini che fanno riflettere e che aiutano a comprendere il percorso intrapreso da noi esseri umani, le nostre capacità, le nostre idiosincrasie, le nostre potenzialità, e le nostre debolezze. Nel bene e nel male, queste immagini fanno parte della nostra storia, della nostra evoluzione, e sono rappresentanti dell'era industriale, del nostro cammino arduo, della nostra evoluzione da creatura che subiva passivamente agli eventi naturali, a creatura capace di costruire il proprio destino (n.d.r. Qualunque esso sia).

La mostra è gratuita, per è una occasione d'oro da non perdere. 

Sarà disponibile fino al 24 di settembre prossimo. 
Assieme all'ingresso viene fornito anche un piccolo catalogo delle immagini esposte, cosa gradita visto che all'interno non è possibile fare fotografie. E prima di visitare l'esposizione vera e propria, è possibile anche 'giocare' con alcuni apparecchi didattici che permettono di vedere come funzionano alcuni sistemi meccanici, da semplici macchine per avvolgere nella carta i cioccolatini, a un cambio di tipo motociclistico, fino a giungere a un vero tavolo da disegno dove poter progettare qualche elemento meccanico di biciclette, elicotteri, chitarre, e perfino di un'auto di formula 1.

In pratica, questa esposizione è un 'must' da non perdere, per cui andate al MAST, e perdonate il mio pietoso gioco di parole.

Maggiori info: qui, qui e qui.




Scopri i miei ebook cliccando QUI



Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')