martedì 22 agosto 2017

Il Salmone è meglio del Manzo?

Glauco Silvestri
Secondo la vulgata dietologica moderna mangiare salmone fa sempre meglio che mangiare manzo, ma questo è vero solo se il primo si è nutrito di krill e il secondo di erba. Nel caso di bovini allevati al pascolo e di salmoni industriali, potrebbe essere vero il contrario: forse sarebbe più sano preferire la carne di manzo. (Anche il rapporto tra omega-6 e omega-3 è migliore negli animali che brucano erba: due a uno, rispetto al dieci a uno di quelli che mangiano mais). La specie in sé in certi casi importa meno del modo in cui si è nutrita.

Il dilemma dell'onnivoro (Gli Adelphi) (Italian Edition) (Pollan, Michael)


Scopri i miei ebook cliccando QUI



giovedì 17 agosto 2017

Cancellazione del Dominio

Glauco Silvestri
Non preoccupatevi... Si tratta di una breve comunicazione di servizio, non c'è alcuna intenzione di chiudere il blog.

Da domani, 18 Agosto 2017, il dominio glaucosilvestri.it non sarà più attivo.

Per accedere a questo blog sarà quindi necessario usare il link http://glaucosilvestri.blogspot.it.

Saranno disattivati i seguenti link:
www.glaucosilvestri.it
blog.glaucosilvestri.it
imtheslayer.glaucosilvestri.it

Che diventeranno rispettivamente:

Vi prego di aggiornare i vostri preferiti su browser, e il vostro feed reader, sempre nel caso vogliate continuare a seguirmi.


Scopri i miei ebook cliccando QUI



mercoledì 16 agosto 2017

Pane e Tulipani - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Voi non ci crederete... Fino all'altra sera io non avevo mai visto Pane e Tulipani. Ero curioso di vederlo, ma per un motivo o per un altro, ho sempre rimandato, e rimandato, e rimandato... Ma l'altra sera, finalmente, l'ho visto: ed è un film stupendo.

La commedia ci racconta una storia da tutti i giorni, dove Rosalba, casalinga di Pescara, viene dimenticata in autogrill durante una sosta di una gita organizzata. Un po' offesa dal comportamento incurante, se non addirittura arrogante, di marito e figli, la donna decide di non attendere il ritorno del pullman e di fare l'autostop, per tornare a casa da sola. Destino vuole però che, tra una chiacchiera e l'altra con i conducenti delle auto che le danno un passaggio, si ritrovi a Venezia, città dove non è mai stata prima, e che da sempre sognava di vedere. 
Ecco, da Venezia Rosalba non vuole più andare via. Ha trovato una persona cortese che la ospita nel suo appartamento, un lavoro appagante da un vecchio fioraio con un braccio rotto, e una fedele amica che lavora in appartamento facendo massaggi terapeutici. Il Marito - Mimmo - non sa che pesci pigliare. Non sa neppure dove si trovi esattamente la sua Rosalba, per cui incarica Costantino - che in realtà si era presentato nella sua ditta per un lavoro da idraulico - di andare a cercare la moglie.

Il film ci parla di sentimenti genuini, dell'amicizia, del desiderio di sentirsi appagati, della voglia di vivere. Tutti i personaggi hanno problemi come quelli che di sicuro abbiamo noi; vite complesse, mai soddisfacenti al 100%, e desideri inespressi che - a volte - neppure si riesce a realizzare nonostante siano facili da ottenere.
Bravissimi tutti nella costruzione della vicenda, seguiti dalla regia attenta, ma semplice, di Silvio Soldini. Ottimo Bruno Ganz, nei panni di Fernando, un uomo affranto e piegato in due dagli eventi, con una parlata elegante e... Davvero affascinante. Magari tutti quanti parlassimo come lui, vivere sarebbe come far parte di una poesia.

Insomma... E' un film completo, che fa sorridere, che fa riflettere, che sa intrattenere, a cui non ho trovato difetti. Davvero ben interpretato e ben costruito. Da vedere assolutamente.

Volendo, se avete un abbonamento Amazon Prime, potreste anche guardarvelo in streaming, partendo con un click qui.


Scopri i miei ebook cliccando QUI




martedì 15 agosto 2017

Ferragosto

Glauco Silvestri
Ferragosto! Anche in questo strano 2017 è giunto il giorno in cui ricordare questa antica festività. E' una festa antica, di origine romana, che ci siamo tramandati di secolo in secolo. La festeggiamo qui in Italia, ma anche all'estero, a San Marino.

Wikipedia mi racconta che:
Il termine Ferragosto deriva dalla locuzione latina Feriae Augusti (riposo di Augusto) indicante una festività istituita dall'imperatore Augusto nel 18 a.C. che si aggiungeva alle già esistenti festività cadenti nello stesso mese, come i Vinalia rustica, i Nemoralia o i Consualia. Era un periodo di riposo e di festeggiamenti che traeva origine dalla tradizione dei Consualia, feste che celebravano la fine dei lavori agricoli, dedicate a Conso che, nella religione romana, era il dio della terra e della fertilità. L'antico Ferragosto, oltre agli evidenti fini di auto-promozione politica, aveva lo scopo di collegare le principali festività agostane per fornire un adeguato periodo di riposo, anche detto Augustali, necessario dopo le grandi fatiche profuse durante le settimane precedenti.
Nel corso dei festeggiamenti, in tutto l'impero si organizzavano corse di cavalli e gli animali da tiro, buoi, asini e muli, venivano dispensati dal lavoro e agghindati con fiori. Tali antiche tradizioni rivivono oggi, pressoché immutate nella forma e nella partecipazione, durante il "Palio dell'Assunta" che si svolge a Siena il 16 agosto. La stessa denominazione "Palio" deriva dal "pallium", il drappo di stoffa pregiata che era il consueto premio per i vincitori delle corse di cavalli nell'Antica Roma.
In occasione del Ferragosto i lavoratori porgevano auguri ai padroni, ottenendo in cambio una mancia: l'usanza si radicò fortemente, tanto che in età rinascimentale fu resa obbligatoria nello Stato Pontificio.
La festa originariamente cadeva il 1º agosto. Lo spostamento si deve alla Chiesa Cattolica, che volle far coincidere la ricorrenza laica con il giorno liturgico dell'Assunzione di Maria.
Che sia il primo di agosto, o il quindici, oggi poco importa. Si fa festa. Io sarò chissà dove in questa giornata. Qualcuno la trascorrerà in panciolle a casa propria, magari rinfrescato dal condizionatore. Qualcuno farà la classica gita fuori porta, e qualcuno - invece - sarà già in ferie e si godrà un pranzo luculliano nel proprio hotel... In un modo o nell'altro, tutti quanti festeggeremo questa giornata storica, e questo mio post è l'occasione per farmi i miei auguri di trascorrere una buona giornata, in armonia, gioia, e... digestione non troppo affaticata.

Buon Ferragosto! 


Scopri i miei ebook cliccando QUI



Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')